Una Moretta codona a Genova

 testo di G.Motta
grafica di E.Critelli

avvistamento e testo di Gabriella Motta

Da qualche mese l’Azienda Mobilità e Trasporti di Genova, ha istituito un nuovo percorso urbano.
Niente rotaie o strada, ma mare.
La nave utilizzata ha posti al coperto e all’aperto, non ci sono scali intermedi ed in mezz’ora di navigazione copre la tratta Genova Pegli – Genova Porto Antico .
La “navebus” costeggia l’aeroporto ed attraversa gran parte del porto.
Qui l’acqua è sempre calma, protetta da imponenti dighe foranee.
In inverno offre rifugio principalmente ai gabbiani, sia reali (alcune migliaia), che comuni,  numerosi anche i cormorani, e si possono vedere aironi cenerini e beccapesci, che si tuffano, questi ultimi, per catturare piccoli pesci.
Non ci sono specie eclatanti, ma prendere la nave per andare a lavorare rende la giornata decisamente più piacevole.
Ogni volta che salgo, con qualsiasi situazione climatica, resto all’aperto, armata di binocolo. Non si sa mai, ogni tanto sosta qualche specie diversa.
La nave ha una velocità di crociera piuttosto ridotta dovendo passare all’interno del porto, e questo mi permette di osservare banchine, specchi d’acqua, dighe.

Oggi, 18 novembre 2007, il mare è calmo dopo le mareggiate piuttosto forti dei giorni scorsi che hanno impedito alla nave di entrare in servizio.
Non mi aspetto di vedere niente di diverso dal solito.
E’ domenica mattina, l’imbarco è stato rapido, ci sono poche persone, forse scoraggiate dai giorni precedenti.
La nave sembra procedere più lentamente del solito.
“Bene” penso, ed inizio ad osservare.
Sulla diga foranea sono presenti centinaia di gabbiani reali.
Ad un certo punto vedo un OCCHIONE sul molo.
Che spettacolo! Incredibile, non me lo aspettavo proprio!
Poi un po’ più avanti vedo una PAVONCELLA in volo oltre la diga!
Già soddisfatta degli avvistamenti, noto una piccola anatra involarsi al passaggio della nave, le passa a fianco e poi atterra più indietro.
Ancora più incredibile!
Purtroppo il traghetto continua ad andare e così vedo la mia bellissima MORETTA CODONA, un maschio del primo inverno, diventare sempre più piccola, fino a sparire dietro la scia dell’imbarcazione.

Moretta Codona - maschio 
foto di Daniele Occhiato
dal sito www.ebnitalia.it


   QUALCOSA SULLA SPECIE... 

La MORETTA CODONA (Clangula hyemalis) è una piccola anatra che mostra una colorazione variabile a seconda delle stagioni e dell’età.
L’adulto veste addirittura quattro diversi piumaggi annualmente, grosso modo più legati alle stagioni che alla nidificazione (Ornitologia Italiana – Brichetti P. & Fracasso G. -2003)

                                                                           


Tavola e tabella estratte dal'opera
multimediale Cramp's:
"The Complete Birds Of The Western Palearctic"

 


E’ specie a distribuzione circumartica, migratrice regolare, in Europa le principali aree di svernamento si trovano nel Baltico e lungo le coste della Norvegia, i movimenti migratori si hanno soprattutto tra ottobre-dicembre e febbraio-marzo, gli ambienti più frequentati in questi periodi sono costituiti da acque marine aperte e costiere, localmente aree portuali, lagune, foci fluviali, paludi, grandi laghi prealpini
(Ornitologia Italiana – Brichetti P. & Fracasso G. –2003).

E’ specie gregaria al di fuori del periodo riproduttivo, raramente si mischia ad altre specie di anatre ed è spiccatamente marina.
In estate, invece, la specie vive soprattutto nei piccoli laghi d’acqua dolce della tundra e della fascia più a nord della taiga.
In ITALIA sverna con pochi individui all’anno (popolazione stimata 10-50).
(Ornitologia Italiana – Brichetti P. & Fracasso G. –2003)

In LIGURIA la specie è accidentale, si parla di una cattura nel 1897 nel mare di Genova appartenente alla collezione Arrigoni degli Oddi (Spanò & Truffi1987), di una femmina vista da A. Andreotti nel 1987, nell’allora costruendo Porto di Voltri  (Spanò & Truffi1987), e di altri tre individui osservati da E.Borgo il 28 novembre 1999, nel tratto di mare ad ovest della foce del Varenna.
(Atlante Ornitologico della Provincia di Genova - E.Borgo, L.Galli et al.-2005)

Coppia di morette codone
Norvegia giugno 06
foto G.Motta