Un uccello difficile da vedere...


 
Uccello delle tempeste al largo di Imperia

 foto Yvon Toupin


Da una segnalazione di Igor Festari alla lista di EBN-Italia:

22 Luglio 2006

Incredibile osservazione di un UCCELLO DELLE TEMPESTE (Hydrobates quasi sicur. pelagicus) con volo molto battuto e groppone evidente, che volava basso sull'acqua calma come olio, a 15-16 miglia marine (circa 30 km) in linea d'aria a sud di Imperia. Una delle poche segnalazioni che conosco presso la costa ligure!!! L'osservazione è stata possibile grazie a Francesco Gatti, il quale (per via della super-vista bionica) lo ha visto ad occhio nudo sull'orizzonte!!!

Questa specie è sempre poco vista dai birdwatchers per alcuni motivi molto semplici.
Innanzitutto si tratta di un uccello pelagico, cioè tipicamente marino, che si trova a suo agio in mare aperto ed in qualsiasi condizione metereologica ("delle tempeste", appunto!).
L'uccello delle tempeste, infatti, frequenta alcune coste appartate esclusivamente durante il periodo della nidificazione.
Ne consegue che in Liguria, se non si va per mare, le possibilità di incrociare questo piccolo uccello sono veramente minime.
In aggiunta a ciò le sue piccole dimensioni (lo si può paragonare ad un piccolo balestruccio) ed il colore scuro lo fanno passare certamente più inosservato di quanto possa accadere con una berta od una sula, animali visibili anche dalla costa a distanze relativamente grandi.
Ovviamente, vista questa sua "sfuggevolezza", ogni suo avvistamento  regala al birder una soddifazione particolare!


Un articolo per approfondire:

"Identificazione degli uccelli delle tempeste dei mari europei"
(da Quaderni di Birdwatching n.8 di Ebn-Italia)

 

  • La foto dell'articolo, di Yvon Toupin, è tratta dal sito www.oiseaux.net