Tour da gabbiano...


Un Gabbiano comune attraverso l'Europa

 

il fiume Entella ed un Gabbiano comune

Già in altri articoli abbiamo sottolineato come sia possibile, dalla lettura degli anelli applicati agli uccelli,  ricavare informazioni importanti circa i loro spostamenti e le loro abitudini.
Anche nel caso che raccontiamo, la lettura delle cifre impresse su un anello di Gabbiano comune,
effettuata sul fiume Entella dal nostro Tiberio Bertolone, ci ha fornito l'occasione per fare una piccola indagine, che ha prodotto interessanti risultati.

 


Il GABBIANO COMUNE (Larus ridibundus) è facilmente osservabile in Italia in tutti i periodi dell’anno, ma nidifica solo in poche aree del nostro paese.
E' quindi molto abbondante soprattutto tra la fine dell’estate e la primavera, vale a dire in periodo non riproduttivo, quando questa specie raggiunge da noi concentrazioni di individui veramente notevoli. Frequenta soprattutto le coste, ma si spinge anche a molti chilometri verso l’interno in prossimità di fiumi o bacini lacustri. 

(A. Nitti) - Quaderni di Birdwatching N. 6
 


E'
sulle secche che si formano alla foce dell’ “Oasi dell’Entella”, fiume che separa le cittadine di Chiavari e Lavagna, citato da Dante in alcuni versi nel canto XIX del Purgatorio “Intra Siestri e Chiaveri s'adima una fiumana bella”, che molti di questi gabbiani si fermano a crogiolarsi al sole.
Nella prima settimana di marzo ho avvistato un esemplare munito di duplice anello; il colore bianco e la scritta nera hanno facilitato di molto il riconoscimento del codice di questo gabbiano che, ben sapendo di essere osservato, faceva di tutto per disorientarmi.

Inviato il codice della lettura all’I.N.F.S. (Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica) i risultati sono stati davvero stupefacenti!
Il gabbiano, infatti, é stato  inanellato da pulcino, il 23 maggio 2003, a Piestany in Slovacchia (vedi mappa - posizione 1) da Svetlik/Majoor.
Per la prima e successiva lettura, avvenuta a Kade, nel Comune di Arnhem, città dei Paesi Bassi orientali sul Basso Reno, si è dovuto attendere il 15 ottobre 2003 (vedi mappa - posizione 2)
Sempre qui è stato ricatturato il 24 Ottobre del 2003 e gli è stato applicato, oltre al metallico, anche un anello colorato contente il codice “LSL “ (F. Majoor).

Il nostro amico deve essersi trovato molto bene in questa località, infatti è stato ripetutamente osservato (47 volte) fino al 10 Ottobre 2007, data dell’ultimo avvistamento comunicato da F. Majoor.
A questo punto eccolo affacciarsi nel Tigullio, proprio alla foce dell'Entella (vedi mappa - posizione 3), precisamente l’8 Marzo 2008.

 

 


Testo di Tiberio Bertolone
Grafica di Ennio Critelli

Si ringrazia:
Adriano Talamelli, collaboratore esterno INFS, per le prezione indicazioni

 

 

 

    

il Triangolo del...ridibundus!

 

 


NOTA:
Il percorso azzurro qui rappresentato unisce semplicemente le località presso le quali il Gabbiano comune è stato segnalato, sottolineandone il viaggio "circolare".
Ovviamente ciò non significa che le traiettorie di spostamento siano state realmente rettilinee.

 

 


RIEPILOGO DEGLI SPOSTAMENTI :

23 maggio 2003   -  Piestany (Slovacchia)   -  inanellato ,da pullus, con anello metallico (cod.SKB  H-4601)
15 ottobre  2003   -   Kade ( Olanda)              -  letto anello di metallo
24 ottobre  2003   -   Kade (Olanda)               - applicato anello colorato (codice LSL)
fino al 10 ottobre 2007   -   registrate altre 47 presenze nella zona di Kade
8 marzo 2008       -   foce dell'Entella, Lavagna (Italia)   -  lettura degli  anelli (T.Bertolone)
24 marzo 2008    -    Piestany (Slovacchia)   -  registrata presenza

 

 

 

 

Devono essersi stupiti parecchio anche i nostri amici Olandesi quando, dall’Italia, l’INFS ha comunicato il nostro avvistamento.
Ecco cosa ha risposto F. Majoor ad A. Talamelli: 
“Hi Adriano, this is a very interesting bird!!! Ringed as nestling in 2003 in Slowakije and sinds than every autmn in Arnhem... See life history.This observation suggest he is on his way to the breeding grounds in Slowakije. Where he is in winter we do not know yet. Frank Majoor”

Ma le sorprese non sono ancora finite.
Giunge, inaspettata, una mail da Adriano Talamelli, che mi aggiorna nuovamente circa gli spostamenti di questo instancabile viaggiatore: P. Kanuscak lo ha avvistato il 24 marzo 2008.
Dove?  in Slovacchia, a Piestany che, per chi si fosse perso nella lunga storia, è il posto in cui è venuto alla luce! (vedi mappa - posizione 1)
Il Gabbiano è finalmente tornato a casa, attraversando nuovamente sterminati territori, viaggiando per migliaia di chilometri...
Inutile dire che tutte le volte in cui osservo i gruppi di gabbiani riposarsi al sole il pensiero vola al piccolo avventuriero.
Dove sarai adesso?