Padule


Località Padule
piana di Marinella di Sarzana – (SP)


 

Ambiente


La zona di interesse ornitologico, pur ricadendo all’interno del territorio ligure, ha caratteristiche che si distaccano dalla generale “asprezza” normalmente riscontrabile in Liguria, avvicinandosi forse di più a certi ambienti padani o della Toscana.
Si tratta di una vasta area agricola, nella piana di Marinella di Sarzana, che possiede peculiarità tali da renderla particolarmente attraente per gli uccelli.
Oltre alle zone coltivate che sono, di per sé, utili a molte specie di ardeidi, sono presenti, infatti, alcune piccolissime aree allagate e poco profonde.
Queste costituiscono importanti zone di sosta ed una fonte di cibo sia per gli ardeidi che per i limicoli.
Anche gli anatidi hanno a disposizione una piccolo rifugio, costituito da un laghetto d’acqua dolce sulle cui rive è presente un capanno d’osservazione.



Non mancano piccoli canneti, utili agli acrocefali e zone con vegetazione ripariale, molto gradita da altri piccoli uccelli.
Sono presenti anche alberi ad alto fusto, potenziale luogo di nidificazione per molte specie.

Periodi e Specie


I periodi migliori per le osservazioni sono quelli coincidenti con le migrazioni, in particolare quella primaverile.
In quel momento dell’anno non è difficile fare belle osservazioni di AIRONE CENERINO, AIRONE ROSSO, AIRONE BIANCO MAGGIORE, AIRONE GUARDABUOI  (è stato contato un gruppo di 105 individui!),  GARZETTA, MIGNATTAIO, MARZAIOLA, MESTOLONE, CAVALIERE D’ITALIA, PITTIMA REALE, PIRO-PIRO CULBIANCO, PETTEGOLA, COMBATTENTE, BECCACCINO, CHIURLO, PIVIERE DORATO e poi  FALCO CUCULO, CANNARECCIONE, CUTRETTOLA, SPIONCELLO, MIGLIARINO DI PALUDE, FANELLO.

aironi cenerini, airone bianco maggiore, garzette e guardabuoi...

In un ambiente come quello descritto non è difficile vedere in caccia il FALCO DI PALUDE, la POIANA ed il GHEPPIO.
In periodo invernale sono comuni AIRONE CENERINO, GARZETTA, AIRONE BIANCO MAGGIORE, AIRONE GUARDABUOI, PAVONCELLA, GABBIANO COMUNE, GABBIANO REALE ( spesso in campi arati o a seguito di trattori che arano), GHEPPIO e POIANA.

Una nota doverosa:
La zona, anche se non cintata, è privata ed i capanni presenti sono stati regolarmente costruiti dai cacciatori.
Ne consegue che, durante il periodo di apertura della caccia,  è consigliabile evitare di visitare l'area.

Percorso


Nel tratto di sterrata che porta al parcheggio (vedi mappa sopra) è già possibile, dalla stessa auto, effettuare delle osservazioni nei campi limitrofi.

sulla destra una coppia di Mignattai

Dal parcheggio, invece, si prosegue a piedi (vedi traccia in verde) lungo un tratturo che porta, dopo poche decine di metri, al capanno prospiciente il laghetto.
Questa postazione si può rivelare molto utile per la fotografia naturalistica.
Da qui è possibile proseguire seguendo, ad esempio, il percorso “in tondo” che proponiamo.
Dal capanno si continua verso sinistra, costeggiando un campo, fino a raggiungere un’altra strada sterrata lungo la quale sono allineati alberi ad alto fusto.
Proseguendo lungo il percorso segnato si possono fare osservazioni in tutta l’area circostante.
E’ molto importante mantenere un comportamento rispettoso delle coltivazioni rimanendo sempre nelle stradine o nei sentieri tracciati.

Come arrivare



Uscita casello autostradale di SARZANA
Prendere il Viale 25 Aprile in direzione Marinella di Sarzana
Dopo alcuni chilometri si trova, sulla sinistra, l'indicazione Luni Mare.
Attraversare il paese e superare il cavalcavia sull'autostrada.
Percorrere poche centinaia di metri, fino ad un parcheggio sul lato destro.
Sul lato opposto, di fronte al parcheggio, inizia uno sterrato segnalato da un cartello giallo con la scritta ZAC.
Percorrere questo sterrato fino al piazzale  sulla destra (P sulla mappa) prima di un ponticello.
Qui si lascia l’auto.





- Si ringrazia Marco Fortunato per la collaborazione e le foto degli uccelli -

- Piante elaborate da mappe Google Earth -